Ludica - 5° Edizione

Dopo due anni di stop a causa della pandemia, due anni che hanno disperso molti soci e ci hanno privato dell’ingresso di nuove leve, ci rimbocchiamo le maniche per ritrovare affiatamento e coesione proprio nell’organizzazione di quella che ormai sentiamo come la nostra creatura!

Le energie raccolte non ci permettono di organizzare anche il tradizionale pre-evento a Serravalle. La vigilia del sabato, però, dedicata ai gamers quella sì che la garantiamo! E a seguire una domenica con 9 ore e 100 tavoli apparecchiati con 300 tra i migliori giochi da tavolo in circolazione! Nuove e vecchie aree tematiche si susseguono alla sinistra del corridoio della tenso-struttura principale: area Randolph, Spiel des Jahres, Magnifico, Wargames, Giappone, American, Investigativi… e oltre il prato la ormai famosa area Family con 10 tavoli dedicati.

Ospiti della 5° edizione: Tommaso Battista, Matteo “TeOoh” Boca, Carlo Bortolini, Carlo Camarotto, Daniele Ferri, Emanuele Ornella e Agostino Recchia, oltre ai Dunwich Buyers Club (Banda e Ale), F/\b!o di Giochi Sul Nostro Tavolo, Mosé Viero della Maschera Riposta e da Padova la squadra dei Gioconauti quasi al completo.

Le foto di Ludica 2022I video di Ludica 2022

Dettagli dell'evento

La domenica la gente è inziata ad arrivare mezz’ora prima dell’apertura, e ha riempito quasi tutti i tavoli già nelle prime ore… Nel pomeriggio è stato un crescendo fino ad arrivare, alle 16, ad un pienone totale con almeno 1300 visitatori contemporaneamente presenti! In totale nella giornata, stimiamo che si siano avvicendate circa 2200 persone… battendo ogni record delle rpecedenti edizioni. Ancora una volta ci è spiaciuto vedere qualche persona vagare per dei minuti alla ricerca di un tavolo libero er poter giocare… purtroppo i tavoli che abbiamo aggiunto all’aperto nel pomeriggio, sono bastati a fatica!

Il sabato pomeriggio, aperto solo ai gamers, ha visto una sempre una buona e competente partecipazione, con circa 70 persone che si sono fermate a cena. Il numero di pernotti di persone che vengono da lontano è ulteriormente salito rispetto al 2019, arrivando a circa 15!

Quest’anno i due tornei organizzati con la Board Italian Gamers sono stati TWIXT, in onore del centenario della nascita di Alex Randolph, e SAGRADA.

Erano presenti anche quest’anno i soliti tre fidati negozi: Il Treno di Bogotà, il Magic Warrior e I Ludi!

In tutto hanno lavorato 78 volontari, di cui 39 soci dei Giocatori in Scatola e altri 19 tra parenti e amici, 5 associati di Allit, 5 della Tana dei Goblin di Treviso, 5 dei Carri Disarmati e 3 Jumanji, più qualche validissimo outsider venuto da lontano.

A questi si sono aggiunte circa 20 persone dell’Associazione Primo Maggio a gestire la ristorazione… sfiorando l’incredibile cifra di 100 volontari!!!

Quest’anno abbiamo avuto l’onore di avere tra noi, direttamente da Roma, Tommaso Battista, l’ideatore e autore di quello che ormai si può definire già un capolavoro, ovvero Barrage, al momento il secondo gioco italiano più votato (dopo la Guerra dell’anello) nella classifica internazionale di Boardgamegeek.

Assieme a lui siamo stati felici di accogliere, in rigoroso ordine alfabetico, Matteo Boca, vlogger e pure autore di giochi torinese, Carlo Bortolini direttamente da Berlino, Carlo Camarotto, autore di Murano, Daniele Ferri con il suo VegeTables, Emanuele Ornella, tornato in Italia dopo anni all’estero, e infine il veterano, immancabile, Agostino Recchia.

Tra gli ospiti il felice ritorno dei Dunwich Buyers Club (Banda e Ale), dell’ormai “nostro” ArioDB, di F/\b!o di Giochi Sul Nostro Tavolo e Christian di Insolitotramtravel. New entry per Mosè Viero de La maschera riposta e di alcuni Gioconauti (gli ormai venerabili Canopus a Alkyla fra tutti), trainati dai volti già noti di Renberche e Maledice…

Sono stati intavolati e spiegati quest’anno la bellezza di 930 giochi in scatola, fra tutte le varie aree. Il Prestito ha registrato circa 200 titoli usciti (il più richiesto Patchwork), ma il record lo ha fatto la Family con quasi 300 partite fatte, ovviamente a giochi più veloci (spicca Little Big Fish).

Ottime le 160 partite dell’area Randolph (Fantasmi e Veleno su tutti) ma sono state anche prese d’assalto l’area Giappone (77 partite, con Hanamikoji e Okyia), gli Investigativi (46, Micromacro su tutti) e l’area Magnifico (35 partite a gioconi del calibro di Ark nova e Ankh).

Come sempre richiestissima infine anche la Spiel des Jahres (36 partite soprattutto a Cascadia e Living forest) ma pure la nuova American (Runewars e Nemesis) e la Wargames (Napoleon returns e Command & Colors Ancients).

Dicono di noi

Pierluigi Masia

Ottima location, splendida organizzazione, grande gruppo, tutti gli ingredienti per una strepitosa manifestazione!

Ariodb

Ludica ormai è all’interno della mia anima.

 

 

Feagop

Finalmente Ludica ritorna! Gran bella manifestazione ben organizzata, dividere le due giornate è un'ottima soluzione.

Ichi87

Fedelissimi qua negli anni ! Complimenti per gli ospiti e per le aree tematiche molto interessanti!

 

Mosè Viero - La maschera riposta

Voglio ringraziare moltissimo gli organizzatori perché sono stati perfetti! Un'organizzazione veramente mirabile...

Banda - Dunwich Buyers Club

Noi giriamo eventi di questo genere da 5 anni: ammetto che questa è stata probabilmente l'unica volta in cui mi sono trovato in reale difficoltà a gestire tutta la gente che avevamo.

78

volontari spiegatori

2200+

persone presenti nella giornata

930+

Partite giocate

Gli ospiti di Ludica 2022

Grandi ospiti per la 4° edizione di Ludica!

Tommaso Battista

Nato nel 1963 a Milano, è stato per oltre 20 anni autore e sviluppatore per Editrice Giochi (ricordiamo tra i molti Futurisiko, Kaleidos, Dust). Nel 2012 fonda la Kaleidos Games con cui continua a pubblicare giochi di successo tra cui Vektorace, TAGS e il recente Moodboard.

Carlo
Bortolini

Originario di Agordo e appassionato di giochi fin da piccolo, si trasferisce nel 2015 a Berlino dove entra in contatto con autori del calibro di Sophia Wagner e Wolfgang Warsch. Nel 2017 sfiora l'ingresso nei finalisti dello Spiel des Jahres con Memoarrr! Nel 2021 è invece l'anno del gioiellino per due "Riftforce".

Daniele
Ferri

Cittadino di Ferrara, Daniele nasce nel 1964 e di lavoro fa l'informatico. Da sempre appassionato di giochi, soprattutto di carte, nel 2012 pubblica Vege Tables, gioco matematico di carte, che di lì a qualche anno entra nella selezione dei giochi delle Mind Sports Olympiad.

Agostino
Recchia

Agostino Recchia, professore di matematica in pensione dall'alto dei suoi 14 lustri, ha iniziato ad inventare giochi matematici, rompicapo in legno e puzzle per i suoi studenti. Tra i vari premi ricevuti, ricordiamo nel 2018 il premio Archimede per il suo Le 5 torri.

Eric
Burigo

Informatico bellunese, Eric si avvicina al mondo dei giochi da tavolo grazie all'associazione Aleator. Da lì a inventare giochi è un attimo. Finora la sua creatura di maggior successo è il gioco di corse Rush & Bash, finalista nel 2015 al Gioco dell'Anno.